White Rabbit Red Rabbit con Lello Serao di Nassim Soleimanpour

produzione 369gradi in collaborazione con Teatro Bellini di Napoli

Dopo il Teatro Sala Molière /Art Garage di Pozzuoli, il Piccolo Bellini, il Nest Napoli est Teatro, WHITE RABBIT RED RABBIT di 369gradi, arriva a Teatro Area Nord l’8 febbraio.

Da novembre ad aprile, sette appuntamenti in sei teatri cittadini, disegnano una mappa di Conigli Bianchi Conigli Rossi, interpretati da attori e attrici scelti per il loro forte legame con il teatro, il quartiere e il pubblico di volta in volta coinvolto in questo esperimento. Stavolta tocca a Lello Serao cimentarsi in un esperimento sociale in forma di spettacolo. L’attore che lo interpreta per un’unica volta, senza regia e senza prove, apre la busta sigillata che contiene il testo già sul palco e ne condivide il contenuto con il pubblico. Una sedia, un tavolo, due bicchieri, gli orpelli concessi. Il qui e ora nella sua massima espressione. Ci sono delle regole da rispettare per chi accetta la sfida: chi decide di portarlo sulla scena non può averlo visto prima. WHITE RABBIT RED RABBIT è un testo teatrale scritto dall’iraniano Nassim Soleimanpour nel 2010, all’età di 29 anni, in un momento in cui non aveva possibilità di comunicare con l’esterno del suo Paese. WHITE RABBIT RED RABBIT è prima di tutto il sogno realizzato di un dialogo impossibile, un gioco teatrale contro ogni censura e ogni distanza geografica e culturale, un incontro ravvicinato che lascia tracce profonde, perché mette sullo stesso piano emotivo autore, attore e spettatore.

per info: http://www.teatriassociatinapoli.it